Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Mauro Meconi, sul set de: "Rimbocchiamoci le maniche"... sarò Attilio!

Intervista per VittoriaDaily.net

| di Concita Occhipinti
| Categoria: Personaggi
STAMPA
printpreview

NEWS

-Sono iniziate le riprese della sitcom “Tuturistici” di Daniele Prato, con Mauro Meconi, Pino Insegno e Alessandro Parrello. Prodotto da Mvpictures e West46films.

-Sono iniziate le rirpese di “Rimbocchiamoci le maniche” di Stefano Reali, con Sabrina Eerilli, dove interpreterà  il ruolo di Attilio.

La serie è prodotta da Endemol per Mediaset.

-Stanno per iniziare le riprese di “L’abbiamo fatta grossa” di e con Carlo Verdone, Antonio Albanese. Interpreterà Matteo. Film prodotto da Flmauro.


Vi ricordate il film Tre metri sopra il cielo? Beh... "Pollo" è cambiato da allora..anche se conserva un viso fresco e "sbarazzino" che lo contraddistingue anche oggi che interpreta ruoli molto importanti con registi di valore... Il prossimo 14 settembre Mauro Meconi, compierà 35 anni, romano doc, si presenta ai lettori di Vittoriadaily.net con l'ironia di un "ragazzo qualunque"...anche se come artista sappiamo benissimo che possiede un vertiginoso curriculum!

Chi è Mauro Meconi?

E' un attore, regista e sceneggiatore italiano.

Debutta nel 1999 sia nel cinema con il film La prima volta, regia di Massimo Martella, che in televisione nella serie tv Caro domani, regia di Mariantonia Avati. Nel 2001 gira il film, uscito nelle sale nel 2004, Fate come noi, regia di Francesco Apolloni, con cui, nel 2003, vince due premi come miglior attore protagonista. Nel 2004 diventa noto grazie al ruolo di Pollo, interpretato nel film Tre metri sopra il cielo, diretto da Luca Lucini; nello stesso anno debutta in teatro nella commedia Santa Maria del pallone, regia di Pietro Bontempo. L'anno successivo si diploma presso la Nuova Università del Cinema e della Televisione (NUCT). Nel 2006 gira da regista Violent Loop, cortometraggio da lui scritto, vincitore del premio come miglior cortometraggio al Roma Independent Film Fest (2007). Sempre nello stesso anno interpreta il ruolo di Furio Fortini nella fortunata serie tv di Rai Uno, Raccontami, che avrà un seguito nel 2008. Inoltre, sempre nel 2008, sarà tra i protagonisti della serie tv Romanzo criminale - La serie, regia di Stefano Sollima, dove interpreta il ruolo di Fierolocchio, uno dei componenti della Banda della Magliana. Enrico Oldoini lo sceglie per il suo film I mostri oggi (2009), offrendogli il ruolo che nei precedenti I mostri ricopriva Vittorio Gassman. Da dicembre 2010 e per tutto il 2011 sarà protagonista dello spettacolo teatrale Piccoli equivoci di Claudio Bigagli. Nel 2011 è il protagonista del film cinematografico Almeno tu nell'universo, di Andrea Biglione e partecipa alla sitcom per la Rai E-Band. Nel 2011 produce "Super G" di Daniele Prato con Francesco Montanari e Riccardo De Filippis per FOX e lo spot europeo per Planetwin365 diretto da lui stesso. Nel 2012 scrive "Più grande di me", film in preproduzione, prodotto da Massimo Ferrero.

Riconoscimenti

Festival di Comicittà (2003) - Miglior attore protagonista per Fate come noi Festival du film Italien di Ajaccio (2003) - Miglior attore protagonista per Fate come noi Roma Indipendent Film Festival (2004) - Miglior attore emergente Roma Indipendent Film Fest (2007) - Premio per il miglior cortometraggio Violent loop, scritto e diretto da Mauro Meconi Ministero per i beni e le attività culturali (2007) - Ottiene il contributo e realizza il cortometraggio Violent loop, scritto e diretto da Mauro Meconi


L'Intervista a Mauro Meconi

Mauro, parlaci del tuo ultimo progetto cinematografico...

Si, beh, progetto televisivo direi… Al momento mi trovo sul set di “Rimbocchiamoci le maniche”, per la regia di Stefano Reali, uno dei registi italiani che stimo di più. Sono davvero molto contendo di lavorare con lui, spero di imparare molto e di crescere, come attore e come persona. Sai, confrontarsi con persone che fanno questo lavoro da ormai diversi decenni è dura ma stimolante. Inoltre ho la fortuna di lavorare con Sabrina Ferilli, una donna molto simpatica e piacevole. Per la verità avevo già lavorato con lei in “I mostri oggi”, ma non avevamo mai recitato insieme. Nonostante faccia questo lavoro ormai da 18 anni, è sempre emozionante lavorare con persone di questo calibro. Non posso rivelare molto del mio personaggio a dire il vero… Sarò un ambientalista che aiuterà Sabrina a risolvere alcuni problemi della città. Di più non posso dire.

Qual è fino ad oggi il personaggio che ti ha dato più "soddisfazione" in ambito professionale?

Ho interpretato una trentina di personaggi e non è mai bello parlare di uno solo. Certo che Romanzo Criminale è senza dubbio uno dei ruoli che mi ha dato di più e il motivo è Stefano Sollima. Stefano è senza dubbio il regista più internazionale che abbiamo, un maestro. Solo ora apprezzo a pieno i suoi consigli. Stefano ha la capacità di tirare fuori il meglio da un attore senza stravolgerlo. Sai il mestiere dell’attore talvolta può essere molto complicato, ma quando dietro la macchina da presa c’è Sollima, puoi stare tranquillo… Farai un’ottima figura. Fierolocchio mi ha permesso di interpretare un ruolo complesso e molto distante da me, mi auguro di esserci riuscito.

Il tuo prossimo impegno ti coinvolgerà per quale ruolo?

Tra pochi giorni raggiungerò Carlo Verdone che mi ha scelto per interpretare un piccolo ruolo ma molto molto divertente. Quando uno come Carlo ti chiama è come un piccolo miracolo. Sono cresciuto con i suoi film, imitando le sue battute… Ho ovviamente visto e rivisto tutti i suoi film e sono un fan sfegatato. Come lui sono romano e questo è un altro motivo di orgoglio. Spero di essere all’altezza e di divertirmi. Non nego che sono molto agitato all’idea di recitare con lui. Speriamo bene… Inoltre il prossimo anno sarò protagonista di una serie comedy dal titolo FUTURISTICI, per la regia di Daniele Prato, il regista visionario di Super G. Al momento abbiamo girato una sola puntata, diciamo che abbiamo fatto un test, non vediamo l’ora di proseguire con il lavoro. Vedi questa è una storia molto divertente e d’attualità che ovviamente non posso svelarvi… Che noia starete pensando : ) In questa serie ci sarà al mio fianco il mio amico fratello Alessandro Parrello e un altro mio grande amico, Pino Insegno. E’ sempre bello recitare con persone che stimi e alle quali vuoi bene, credo che aggiunga qualcosa nel lavoro finale. Ci siamo divertiti molto, e colgo l’occasione per ringraziare il paese di Scanno che ci ha ospitato come meglio non potevano fare. Dico Grazie a Giuseppe Marone che si è adoperato e messo a disposizione della causa.

Quanto hanno inciso sulla tua vita artistica i tuoi insegnanti?

Ho frequentato e mi sono diplomato alla Nuct di Cinecittà, ma ho cominciato a studiare solo dopo alcuni anni di carriera. Sono un attore istintivo e solo in un secondo momento ho sentito la necessita di prepararmi e di studiare. Ho avuto la fortuna di avere insegnanti bravi e pazienti, italiani e non. Ultimo il grande Michael Margotta che mi ha preparato per un film in inglese che ho girato un anno fa e che credo esca tra non molto. Sono dell’idea che studiare e prepararsi sia la cosa più importante e l’investimento più giusto che uno deve fare sulla propria carriera… Non conta se sei un medico, un autista o altro… La preparazione è alla base. Ovvio, il set è forse il posto dove si impara più in fretta.

Il Cinema ha avuto un ruolo importante nei tuoi sogni di bambino?

Come tutti i bambini ho sognato vedendo i film alla tv, ma solo in adolescenza ho capito che avrei fatto l’attore. Sono capitato casualmente ad un provino dove alla fine sono stato scelto. Fu una grossa soddisfazione per la mia famiglia. Da all’ora sono passati molti anni e il sogno di diventare un attore è come se si fosse realizzato e distrutto almeno una decina di volte. E’ una cosa buona, perché quando si raggiungono i traguardi bisogna per forza di cose alzare l’asticella e rincorrere qualcos’altro… Forse questa è une delle cose che insegnerò alle mie due figlie gemelle non appena saranno più grandi… Ora sono loro il mio sogno e la loro felicità è l’asticella che ho appena alzato… Grazie dello spazio. Un saluto a tutti i lettori.



Per ricordare...


Concita Occhipinti

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK