Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Rebibbia Festival 2019 alla Festa del Cinema di Roma.

Auditorium del Carcere di Rebibbia N.C – Auditorium del Museo MAXXI Dal 21 al 27 ottobre 2019

| Categoria: Arte | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Come ogni anno la Festa del Cinema di Roma ospita il Rebibbia Festival, con proiezioni, incontri, laboratori che dal 21 al 27 ottobre coinvolgono la popolazione reclusa, fra l’Auditorium del Carcere e l’Auditorium del MAXXI. Il Rebibbia Festival è promosso da La Ribalta – Centro Studi Enrico Maria Salerno, Fondazione Cinema per Roma, Provveditorato Regionale Carceri del Lazio. Col sostegno di MIBAC e Regione Lazio. In collaborazione con Rai Cinema, Clipper Media, Hikari Corporate (Fr.) con il canale franco-tedesco ARTE. Grazie alla disponibilità della Corte Costituzionale. PERCHE’ IL CINEMA VA IN CARCERE Il tempo vuoto della detenzione deve essere riempito di opportunità: istruzione, formazione, lavoro per chi sconta la pena. C’è anche spazio per il Cinema, capace di illuminare l’oscurità oltre le sbarre. Cinema da vedere, cinema da realizzare: quest’anno il filo rosso del Rebibbia Festival è proprio l’immagine del carcere e dei suoi ospiti dolenti, vista attraverso lo sguardo dei cineasti. PROGRAMMA aperto al pubblico esterno al carcere 21 ottobre 2019 dalle 17,30 alle 19,30 - Auditorium del MAXXI Focus su Il Cinema Italiano racconta il Carcere – 1955/2019 Un incontro che alterna brevi clip di celebri film e riflessioni sul tema, coordinato da Mario Sesti, con Giuliano Amato (Giudice costituzionale), Carmelo Cantone (Provveditore alle Carceri del Lazio, Abruzzo e Molise), Fabio Cavalli (Regista). Attraverso un veloce montaggio per titoli e temi, curato da Nicola Calocero e Tommaso Sesti, si getta lo sguardo oltre le mura delle prigioni, su un vero e proprio filone cinematografico “di genere”. Da Accadde al penitenziario di Giorgio Bianchi (1955), con Aldo Fabrizi poliziotto penitenziario, attraversando i decenni con titoli come Detenuto in attesa di giudizio di Loy, Mary per sempre di Risi, Cesare deve morire dei Taviani, per arrivare all’attualità di Viaggio in Italia – la Corte Costituzionale nelle Carceri di Cavalli (2019), con la testimonianza diretta di Giuliano Amato nell’incontro coi ragazzi e le ragazze di camorra, nell’ “Isola Prigione” di Nisida. L’ingresso è libero.

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK