Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Grande successo per la prima edizione del Festival di Musica Liturgica - Memorial Pippo Rizza

Il coro Laudatis di Vittoria si aggiudica il secondo posto

| di Orazio Rizzo
| Categoria: Arte
STAMPA

L'evento che si è tenuto presso la nostra splendida Basilica di San Giovanni Battista, in memoria di Pippo Rizza, e' stato il ricordo di un nostro Concittadino, un musicista, un cattolico, ma soprattutto il ricordo di un amico di tanti che, ieri hanno testimoniato il suo esempio di generosità, umiltà, dedizione al prossimo ed in particolare ai giovani, al lavoro e alla sua famiglia”

Così si è espresso a caldo il vice sindaco di Vittoria, Dott. Andrea La Rosa, in un post sul suo profilo socia. Parole significative che testimoniano il clima di gioia, festa, di amicizia, di un sabato sera diverso e particolare, quello in ricordo di un amico, un testimone di vita, un cristiano: Pippo Rizza, infaticabile animatore musicale ed educatore giovanile, prematuramente scomparso nel 2016.

Figura esemplare di laico cristiano e cittadino di elevato spessore morale e spirituale, si è formato alla scuola dell’Azione Cattolica ed è proprio in questi valori che confluivano il senso e il motivo stesso della manifestazione; Rizza utilizzava la musica e il canto come metodo educativo e strumento di evangelizzazione e, sottolineandone il ruolo centrale nelle celebrazioni liturgiche, li trasformava in elementi di stupore, di lode e di contemplazione, facendo propria l’affermazione di Sant’Agostino che “chi canta prega due volte”.

Nella superba settecentesca Basilica del Santo Patrono Giovanni, stracolma per l’occasione, si è celebrato sabato 14 aprile, il Festival di Musica liturgica – Memorial Pippo Rizza, una vera festa, un tripudio, un inno alla gioia e alla vita, vissuta all’ insegna del bel canto e della musica liturgica tanto cara a Pippo Rizza.

Un evento atteso da molti, di respiro Diocesano, che ha visto la presenza di ben 8 cori, chiamati ad esibirsi con due brani; uno a scelta ed un brano dello stesso Pippo Rizza, scritto nel lontano 1987 dal titolo “A te, padre”, assegnato dalla commissione formata da artisti e professionisti del settore musicale.

La serata, magistralmente condotta da Jenny Dezio, Eugenia Lombardo e Tino Lombardo, si è aperta con l’esibizione fuori programma dei “Diversamente giovanissimi” ex gruppo di Giovanissimi guidati dallo stesso Pippo, che si è esibito nella “sigla di apertura” della serata, un altro brano scritto da Rizza nel 1990, “Pasqua”; a seguire le interpretazioni dei singoli cori, intervallate da testimonianze di vari amici e collaboratori di Rizza nella sua lunga ed operosa attività pastorale, catechetica e associativa: Don Andrea Pomillo, il dott. Piero Gurrieri, il Vicario generale della Diocesi, Don Roberto Asta, il dott. Emanuele Occhipinti – ideatore del Festival – Don Gino Alessi e come detto il vice Sindaco dott. La Rosa, che ha portato i saluti del Sindaco e dell Amministrazione tutta.

Tanti i brani di musica liturgica eseguiti di autori noti; tra i tanti Frisina, Buttazzo e Duruflè.

Compito arduo per la giuria che ha ascoltato e valutato con professionalità ed attenzione tutte le esibizioni dei cori in gara, valutandone lo stile nell’insieme, la rielaborazione del brano, l’arrangiamento, la creatività espressiva e vocale.

Il primo premio è andato al coro dell’ Annunziata di Comiso, diretto dal M° Giovanni Strada; il secondo al coro Laudatis della parrocchia Resurrezione di Vittoria diretto da Angelo Musumarra ed il terzo al coro di voci bianche dell’ Annunziata di Ragusa diretto da Santina Rivela; tutti i cori sono stati comunque premiati per la partecipazione con una chitarra, lo strumento utilizzato ed amato da Pippo Rizza e con un pacco dono “per fare festa tutti insieme secondo lo stile della serata” commentano gli organizzatori.

Il premio speciale è andato al coro della parrocchia Madonna delle Lacrime per l'interpretazione e l'arrangiamento del brano assegnato dalla commissione.

Uno spettacolo di arte e musica sacra che si sono trasformate in lode e preghiera. Una serata di forti emozioni che ha risvegliato negli animi e nei cuori un turbinio di sentimenti, di ricordi e qualche lacrima ma che si è conclusa tra i sorrisi, gli applausi, le standing ovation e centinaia di messaggi in ricordo del caro Pippo.

Riportiamo alcuni tra i messaggi più significativi:

Grazie per la stupenda, emozionantissima, organizzatissima e partecipatissima serata”;

“Grazie a tutti, grazie a Pippo, grazie a Dio. E’ stato un piacere, le vie del Signore sono infinite, al di là dei limiti e degli uomini”;

“Ho rivissuto essere Chiesa, comunità dopo 30 anni e con gioia rivedere volti associativi. Le tre ore di spettacolo piacevoli e leggerissime”

“Non si poteva pensare ad una iniziativa più completa e migliore”

“Ieri sera è stata una bella esperienza, fonte di messaggi e di gioia, di speranza veicolata dalle parole che ci hanno fatto conoscere la grande figura di Pippo. Dalla presenza dei cori entusiasti di essere presenti e di portare la loro esperienza di preghiera cantata. Tanta roba su cui riflettere per essere cristiani migliori.

Ciao Pippo!

(credito fotografico: Gianni Rappino)

 

 

Orazio Rizzo

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK