Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

I percorsi riabilitativi 2019 della Beautiful days. La passione si fa arte e socializzazione

| di Orazio Rizzo
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Già da qualche anno sempre più medici consigliano terapie diverse, alternative ai soliti farmaci, modalità differenti di affrontare i problemi fisici o medici, cambi di prospettiva importanti che inducono il nostro organismo al benessere psicofisico.

Lunghe camminate, stare all’ aria aperta, frequentare gruppi e socializzare, ma anche l’arte, per sviluppare una maggiore autostima e la danza come terapia e percorso di riabilitazione.

È quello che da qualche anno sperimentano gli educatori della casa famiglia “Beautiful Days” di Vittoria” e che propongono agli ospiti del centro con ottimi risultati in termini di benessere e socialità.

La Cooperativa Sociale Beautiful Days, nasce a Vittoria nel Maggio 2006; ad oggi sono presenti sul territorio sei comunità alloggio per disabili psichici ed una nella città di Modica, due comunità alloggio per anziani e una Casa - Albergo per anziani.

Non luoghi di cura ma “comunità alloggio” che si ispirano al concetto di famiglia, ambiente caldo ed accogliente dove vivere serenamente le proprie giornate nello stile di vita simil – familiare, con una mission chiara: riconoscere la "dignità", ormai persa, al malato mentale.

Un aiuto che si concretizza in attività pratiche, ricreative, sociali, professionali ed in percorsi riabilitativi come quello sperimentato di recente e che permette all’ospite di inserirsi in un percorso di salute fisica ma soprattutto di benessere mentale.

Il potere liberatorio della musica e del movimento del corposcrivono gli educatori dalla pagina social della cooperativa - Il ballo, un progetto iniziato da anni con i nostri ragazzi, ed oggi riusciamo a vedere i risultati, la coordinazione nello spazio, il ritmo del loro corpo è cambiato ed evidentemente anche quello della loro mente”.

Si, perché la musica libera, ci fa esprimere con naturalezza, permette di socializzare, di interagire, in poche parole, di far stare bene. Immaginiamo cosa rappresenta tutto ciò per chi soffre e vive in un suo mondo, spesso parallelo e difficile da penetrare.

Pazienza, sacrificio, passione ma anche bravura, come quella del maestro Gianmarco Micieli, che aiuta i ragazzi a “ritrovare” una loro dimensione psicofisica, dedicando loro del tempo, tempo speso bene.

 

(foto utilizzata previa autorizzazione)

 

 

Orazio Rizzo

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK