Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Si è insediata ufficialmente la nuova delegazione F.I.G.C di Ragusa.

Il neo delegato Gino Giacchi, insieme al vice presidente L.N.D Sandro Morgana ed il presidente del Comitato regionale Sicilia Santino Lo Presti ha illustrato progetti ed obiettivi

| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

La F.I.G.C. di Ragusa ha ufficialmente una nuova delegazione. Il presente corso dell’attività calcistica ragusana è stata affidata al vittoriese Gino Giacchi, ex rappresentante regionale dell’A.I.A nonché nuovo punto di riferimento FIGC per le società calcistiche della provincia. Punto di partenza è stata l’assemblea d’insediamento, con la presenza in sede del vice presidente nazionale LND Sandro Morgana e di Santino Lo Presti, presidente del Comitato regionale Sicilia. Per tutti (non sono mancati all’appuntamento i dirigenti delle società sportive) un’occasione di confronto tecnico e didattico. Tra i principali temi trattati, il valore educativo della Federazione Italiana all’interno del tessuto sociale della Provincia di Ragusa. “Se vogliamo migliorare il mondo del calcio – ha dichiarato Sandro Morgana nel corso del suo intervento – ci resta una sola strada da seguire: rimettere al centro del nostro ruolo il valore dell’educazione allo sport. I principi di correttezza, onestà e fair-play sono gli unici che possono dare un senso al gioco del calcio. In qualità di rappresentanti, dirigenti, allenatori, abbiamo un traguardo ben più lontano da raggiungere rispetto al semplice e riduttivo concetto di “risultato”. Formiamo la mentalità dei nostri ragazzi – ha sottolineato – poi verranno i calciatori”. Un appello – quello del vice presidente della Lega Nazionale Dilettanti – di forte responsabilizzazione rivolto ai dirigenti e gli allenatori di tutte le società presenti in assemblea. “Ecco perché la scelta di Gino Giacchi – si è espresso Morgana – è la più opportuna per il calcio della provincia iblea. Una provincia che continueremo ad ascoltare dando il massimo delle nostre attenzioni”. Poi è la volta di Santino Lo Presti: “Il calcio è lo sport più bello al mondo; con il cuore può superare tutto. Soltanto la violenza è in grado di ucciderlo”. Aspetto che il presidente del Comitato regionale Sicilia analizza attraverso numeri e statistiche: “Non è possibile che il 90 per cento degli atti di violenza sui campi di gioco provenga dagli stessi calciatori. Servirebbe dunque un confronto con l’Associazione Italiana calciatori per mettere freno a tale problematica. La figura dell’arbitro va capita e tutelata. Gli errori fanno parte del gioco, e come un calciatore pure un arbitro può sbagliare. L’importante è debellare il concetto di mala-fede. I dirigenti delle società assumano il ruolo di figura paterna nei confronti dei loro giocatori. I giovani vanno responsabilizzati, non aizzati”. Anche il sindaco di Ragusa Giuseppe Cassì ha partecipato con entusiasmo all’assemblea: “Sono sempre stato uno sportivo – ha detto il primo cittadino – e Ragusa vanta come città delle grandi tradizioni. La politica ha tanto da imparare dallo sport, e sono felice di poter testimoniare la mia vicinanza a questa Delegazione. Come amministrazione daremo il massimo del supporto”. Nel corso della cerimonia è stata ricordata infine da Pino Cicciarella la memoria di tre figure storiche della FIGC ragusana. Franco Ventura, Enzo Milazzo e Giovanni Gibaldi, tre ex dirigenti federali che tanto hanno dato al calcio del territorio.

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK