Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

La persecuzione e il pubblico ludibrio: resoconto comizio del sindaco Franco Raffo

| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Con il presente comunicato, e con quelli che seguiranno nei prossimi giorni, dedicati ognuno ad un argomento specifico, è intendimento dell’Amministrazione Comunale chiarire, ulteriormente e sinteticamente, alcuni fondamentali passaggi del pubblico comizio tenuto, domenica 11 giugno in Piazza Matteotti, dal Sindaco, prof. Franco Raffo. Gli argomenti trattati in quell’occasione sono stati tre: “L’onorevole grillina in cerca d’autore (e di fortuna) all’Estero (Niscemi)”; Il “Caso S. S. e gli Utili idioti: Bulli e bulletti.

La persecuzione e il pubblico ludibrio” e la “Rendicontazione sul serio e continuo lavoro dell’Amministrazione Comunale”. Premessa: “Ritengo prioritario sottolineare- ha evidenziato il Sindaco Raffo- l’omaggio alle eroiche donne ed agli uomini della tenda di Vittoria che con lo sciopero della fame sfidano la morte, il suicidio, per affermare il valore della vita e della dignità del lavoro. E tutti tacciono. Noi no. La nostra solidarietà anche agli anziani che lamentano, dopo 70 anni di lavoro, l’impossibilità di pagare l’Imu sui terreni da tempo abbandonati, penalizzati dalla politica e dalla folle gestione dei Comuni: tasse insopportabili per i disastri finanziari dei Comuni, in primis Acate, colpa di consigli comunali spregiudicati e amministratori senza scrupoli. E anche questo tutti tacciono. Coloro che hanno lavorato tutta la vita 20 ore al giorno debbono pagare i danni altrui. Profondamente amareggiato, ho fatto una proposta, che riproporrò in una assemblea a mare: una class action (azione collettiva) con la consulenza dell’Associazione Confconsumatori: finalmente si faccia chiarezza e paghino coloro che hanno creato il disastro finanziario. Solidarietà anche ai lavoratori del Consorzio di Bonifica di Ragusa, da circa dodici mesi senza stipendio, ed anche ai nostri impiegati comunali, vittime del dissesto, che responsabilmente garantiscono al meglio i servizi fondamentali. Un grazie ai tanti fornitori e alle cooperative penalizzate che ci garantiscono insostituibili servizi. Prima Parte: l’Onorevole grillina in missione a Niscemi. Chiamata ad appoggiare un suo amico candidato a Sindaco, che fa? Butta fango su Acate (“sporco, abbandonato”), Macconi (“abbandonato”) e, ovviamente, sul sindaco Raffo (“serve pochissimo”). Grazie a Dio che esiste “5 Stelle”. Che figura! Caso unico nel mondo istituzionale. I Niscemesi avrebbero voluto sentir ben altro da una Onorevole da 5 anni nei salotti palermitani: le cartelle pazze del Consorzio di Bonifica di Ragusa, iniziative a favore dell’agricoltura, una parola sui vari “Patti” del Mediterraneo, l’annoso problema idrico di Niscemi, dove si pagano bollette salate con l’acqua ogni 15 giorni, la spiaggia di Macconi sequestrata, il PSR della Sicilia, il Gal, extracomunitari della Fascia Trasformata, le discariche dei Rifiuti stracolme e inquinanti, un’idea su Rifiuti Zero, proposte di trasformazione per ridurre i costi e, quindi, le tasse. Questo si aspettavano i Cittadini di Niscemi. Invece…

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK