Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Ritorna in carcere pregiudicato tunisino col "vizietto del fumo"

| di Concita Occhipinti
| Categoria: Cronaca
STAMPA
printpreview

Arrestato ieri, dagli uomini del Commissariato di Polizia di Stato di Comiso, Mohamed Alì, tunisino di 39 anni. L'uomo è stato attinto da un provvedimento emesso dalla Corte di Appello di Catania che ha disposto l’aggravamento dell’originaria misura degli arresti domiciliari realtiva ad una condanna inflitta dal Gip di Ragusa per spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo era stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione, ma gli erano stati concessi i domiciliari. In particolare, il provvedimento detentivo scaturisce dall’arresto del soggetto rilanete a circa dieci giorni fa ad opera degli agenti dello stesso Commissariato per evasione. Omrane, in quell'occasione,  si era allontanato da casa, giustificando il suo gesto con la necessità  di acquistare un pacchetto di sigarette. Dopo la segnalazione alla competente Autorità Giudiziaria, la Corte d'Appello di Catania ha revocato la misura domiciliare disponendo per l’uomo la detenzione in carcere. Rintracciato nella sua abitazione di Comiso, dopo le formalità di rito è stato associato alla casa circondariale di Ragusa.

Concita Occhipinti

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK