Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Il Bartender vittoriese Mattia Cilia continua a stupire. Questa volta finalista a "The Vero Bartender"

| di Orazio Rizzo
| Categoria: Gusto
STAMPA
printpreview

Il vittoriese Mattia Cilia fa ancora parlare di sé; dopo la meritatissima vittoria nazionale dello scorso maggio – che lo aveva incoronato miglior Bartender d’Italia, ed un altrettanto meritato terzo posto alla finale mondiale del Jameson Mixmaster Challenge, il contest mondiale dei miglior Bartenders internazionali,  che si è svolto in Irlanda a fine giugno, il bartender ipparino è volato a Milano per partecipare alla finale di The Vero Bartender, Talent promosso da Amaro Montenegro e che ha premiato il migliore mixologist tra i circa 200 partecipanti.

Tenacia, coraggio, determinazione: queste le caratteristiche di Cilia – che avevamo già descritto nei nostri precedenti articoli – che lo hanno portato a superare le difficili selezioni e le due semifinali di Roma e Milano.

Cinque i finalisti in gara che si sono sfidati in una finale ricca ed entusiasmante, di alto livello professionale, nella splendida e storica location della Fonderia Napoleonica Eugenia; ad aggiudicarsi il titolo di Vero Bartender 2018 è stato Michael Limoni, originario di Faenza.

Cilia si è confrontato con altrettanti bravi e preparati bartender quali appunto il vincitore Michael Limoni, Valerio Sordi,  Andrea Villani, Giovanni Badolato, ed il napoletano Mauro Cortese.

A giudicare le prove e il prodotto finale, è stata chiamata una giuria d’eccellenza, alcuni nomi tra i più importanti e rappresentativi del settore: Matteo Bonoli, Daniele Gentili, Stefano Nincevich, Christian Costardi.

Prove impegnative, dunque, cha hanno testato le capacità professionali e tecniche dei contendenti il titolo. La prima prova è stata dedicata alla preparazione del “Twist On Classic” e nella prova conclusiva è stato chiesto di preparare la “Secret Box”.

Mattia Cilia continuerà a stupirci ancora, ne siamo certi, e a portare alto il nome della sua Vittoria e della Sicilia; pur essendosi trasferito al Nord da giovanissimo, è sempre rimasto legato alla sua terra d’origine in un forte, appassionato e indissolubile legame che lo ha spinto a spendersi professionalmente ed a progettare la sua vita qui, dove tutto è nato.

(foto di repertorio)

Orazio Rizzo

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK