Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Un amaro sunto di Vittoria, oggi commissariata. Duro attacco di Mugnas in questa lettera aperta

NOTIZIA AGGIORNATA

| di Alessandro Mugnas
| Categoria: Politica
STAMPA
printpreview

Lettera aperta di Alessandro Mugnas. Riceviamo e pubblichiamo.

"Sento di dover dire la mia su ciò che attualmente sta succedendo in questa città, affermando sinceramente che le “primarie” aspettative hanno superato di gran lunga gli attuali fatti.

Questo non è un comunicato stampa riguardante segnalazioni o propaganda politica, ma bensì timore del peggio! Lo stesso già tramutato in fatti che stanno deludendo un’intera città e personalmente mi sento di appoggiare questo sentimento collettivo, in quanto l’evoluzione dei fatti accaduti nelle ultime settimane è sostanzialmente la visione deludente di una sottovalutata gestione del Comune di Vittoria.

Scadente e alquanto improduttivo l’operato dell’ultimo periodo che inizialmente ha dato risultati totalmente diversi.

Nelle prime fasi la città e molte forze politiche hanno visto un’apertura volta al dialogo che ha portato conoscenza nel territorio e da subito sviluppo produttivo e amministrativo, adesso senza un perché ci ritroviamo fermi in una totale forma di stallo, guardando Vittoria affondare nei suoi problemi idrici, economici, di sviluppo, mantenimento, cura e custodia, ma soprattutto lasciata in balia del nulla!

Improbabile nonché inammissibile voler gestire a distanza una città di circa 65.000 abitanti con una miriade di problemi, come lo è il sollevamento di quasi tutte le dirigenze senza “immediata, valida e professionale” sostituzione nei vari settori, stento a carpirne il senso.

Sarebbe stato più logico fare tabula rasa delle dirigenze, avendone però pronte le nuove acquisite tramite pubblico bando e non il sollevamento di molte fatte a macchia di leopardo, tra l’altro con criteri poco comprensibili da parte di una Commissione Prefettizia che si è insediata per verificare ed amministrare un Comune con provvedimento di scioglimento dell’art.416ter, sarebbe stato meno illogico gestire diversamente i passaggi sostitutivi!

Invece giornalmente si assiste a scene di contrasti tra Cittadini e uffici pubblici come ad esempio, le direttive date dall’attuale dirigente all’ecologia e ambiente Cosimo Costa, di non dare più una linea preferenziale ai Disabili per la consegna di autobotti d’acqua, ma mettere tutti sullo stesso piano.

Quindi Lorsignori ed in primis Costa, vorrebbero spiegarmi come fa un “Disabile allettato” che probabilmente esige pulizia immediata per svariati motivi a vivere dignitosamente e non soccombere nei propri escrementi senza una goccia d’acqua a casa?

O l’altra becera direttiva sempre sulle autobotti d’emergenza idrica verso le attività commerciali che, a dire del suddetto “possono comprarla”…..,possono comprarla? Quindi ha visionato i conti correnti degli esercenti? Ha visto le loro tasche piene? Bèh…evidentemente pensa questo degli Esercenti vittoriesi, visto che ogni pretesto è buono per sanzionarli, ma non comprende che la comprano già pagando i tributi del canone idrico al Comune di Vittoria, insieme a tutto il resto..!

Ho voluto vedere e sentire io stesso le disposizioni date al front-office di Via Gaeta dopo le segnalazioni fatte dai Cittadini, sentendomi dire e appurando quanto sto scrivendo.

Reputo sia una vergogna tutto questo, come altrettanto reputo che la Commissione Prefettizia debba correggere il tiro nell’amministrare questa città, mi sento di voler consigliare questo per il bene di tutti. Vedete Cari Commissari, nessuno di Voi è di Vittoria e sicuramente per Voi è solo un incarico nonché lavoro gestire questa città per il periodo stimato dal Ministero degli Interni, ma per noi Vittoriesi è ben altro, Vi prego di credermi quando dico che non è politica.

Personalmente “e alcuni di Voi lo sanno bene” non vivo di politica, ma di aziende che si sviluppano nel territorio e come vittoriese mi sento d’intervenire per cambiare questa situazione poco piacevole, per i nostri figli, per i miei concittadini e perché no anche per me!

D’altronde ci sono nato e vissuto in questa città che avrei potuto lasciare tante volte, ma che invece ho voluto investirci.

E non pensate che ci sia qualcuno o qualcosa dietro questa lettera, Vi ho ampiamente dato dimostrazione di chi e come sono, ma l’obbligo di scriverla mi scorre nelle vene e non posso placarlo, siete liberi di pensare a me come un mafioso o poco di buono se volete, ma sappiate che non potrò mai sentirmi tale, in quanto sono già infastidito dai soprusi che Vi ho citato, e in vita mia ho sempre denunciato ciò che non va, a qualsiasi costo e sono solo uno dei tanti vittoriesi con questi valori!

Siete ancora in tempo per ricucire il rapporto con la città, evidentemente non Vi siete resi conto della falla creata tra Comune e Cittadini, falla che può risanarsi, oppure diventare proteste giornaliere sotto Palazzo Iacono."

Aggiornamenti su autobotti per disabili e attività commerciali. Nuova lettera aperta di Alessandro Mugnas: 

"Nell’odierna giornata (venerdì 3 maggio, ndr) ho avuto il piacere di chiarire con il dirigente all’Ecologia e Ambiente, Cosimo Costa, quanto evidenziato ieri nella nostra lettera aperta. Diciamo che inizialmente è stato al quanto animato il nostro approccio, ma questo ci può stare visto che entrambi abbiamo cercato di far prevalere le nostre ragioni, ma sento d’affermare che il suddetto ha dato piena disponibilità pratica e conoscitiva affermando che le disposizioni di non mettere in stato preferenziale le autobotti per i disabili non sono state date, nonché per le attività commerciali saranno messe in ordine di scaletta.  Mi ritengo soddisfatto perché il mio pensiero primario è rivolto ai cittadini. Il solo fatto di non farli soffrire per me è quasi una vittoria, resta da dire che con il front-office c’è stato una incomprensione al momento del mio precedente sopralluogo. Voglio essere in buona fede e credergli, in quanto la questione d’attesa uguale per tutti era rivolta solo agli esercenti e non ai disabili.   Chissà…magari dopo anni di quasi assente operato del settore in questione, si riesce a far muovere qualcosa, vedremo". 

 

 

 

 

Alessandro Mugnas

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK