Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

GdO, agromafie, mercati e ciclo alimentare. Vertice ieri con Claudio Fava

| di Redazione
| Categoria: Territorio
STAMPA
printpreview

Si è parlato di ciclo del cibo, agromafie, Gdo e mercati territoriali ieri nel corso di un incontro con Claudio Fava organizzato dal movimento “Cento passi per la Sicilia” e svoltosi nei locali della Sala Avis di Vitttoria. Ad introdurre, Francesco Aiello e Concetto Scivoletto. Le conclusioni, invece, sono state affidate allo stesso Fava. Tantissimi gli invitati intervenuti appartenenti al mondo politico, a quello sindacale ed a quello associazionistico. 

"La Grande distribuzione- ha detto Fava- è quella che oggi decide su tutto e rende la filiera sempre più ampia. Occorre quindi che su questo tema i interroghino le politiche di governo e quelle regionali. Tutelare il piccolo produttore rispetto allo strapotere delle Gdo non può che essere un obiettivo politico-istituzionale, anche normativo, che questo governo sembra non volersi dare. Quando Vittoria è stata commissariata avevamo chiesto al ministro Salvini di venire, ma non ha mai accettato il nostro invito”.

A proposito della presenza dei commissari prefettizi, poi, Fava ha dichiarato che, comunque, non è possibile pensare di delegare tutto a loro e che presto la Politica deve tornare a svolgere in proprio compito: “quando una terra viene rapinata di 5 miliardi di euro dall’incursione delle mafie nel ciclo produttivo, quando abbiamo una divaricazione estrema tra prezzo al produttore e consumatore, quando abbiamo il mercato ortofrutticolo di Vittoria è diventato terra di conquiste di alcune famiglie, quando tutto questo viene consegnato nelle mani dei commissari prefettizzi, io credo che occorra riprendersi in mano il compito di fare, decidere e portare il proprio contributo. Credo che occorra intervenire anche sul piano delle responsabilità politiche a livello nazionale e regionale, perché da una parte il produttore venga preservato da questa pervasività di un sistema mafioso; dall’altra fare in modo che mercato ortofrutticolo torni ad essere un luogo di limpidezza Tutto questo passa dalla capacità che le forze sane di questa terra avranno di affiancare il lavoro dei commissari, di fare di questa stagione di commissariamento una grande occasione per riprendersi nelle mani la storia di Vittoria”. 

Redazione

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK