Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Problematiche idriche della città. Reset pronta a mettere operatore e mezzo attrezzato “completamente a titolo gratuito”

Si vagli la proposta dell'ex Commissario Dionisi

| di Reset Vittoria - Alessandro Mugnas
| Categoria: Territorio
STAMPA
printpreview

Interveniamo ancora una volta sulla questione della carenza idrica che continua a colpire la città di Vittoria.

Esordisce così Alessandro Mugnas dell'Associazione politica Reset attraverso questa "dura nota" che non lascia spazio a fraintendimenti.

"Senza perdere tempo a criticare più di tanto - dichiara - “anche perché a farlo sono capaci tutti”, ma esponendo ancora una volta soluzioni che allievino i disagi!

 

In passato questa problematica ha colpito la città più volte, anzi ad onor del vero la crisi idrica non è mai stata placata e quando parlo di passato non faccio riferimento soltanto all’attuale A.C., ma bensì anche alle precedenti amministrazioni che, sopraggiungendo il periodo estivo faticavano a sostenere gli attuali disagi, e come possiamo ben notare anche i presenti amministratori incorrono in questo serio problema.

 Ne sollevo uno a caso: l'impianto idrico fatiscente è stata sempre una delle scusanti sottolineate dalle amministrazioni, e sicuramente inciderà, ma la vera questione è che quando l’acqua viene erogata dalle vasche di diramazione con conformità ed adeguata pressione, tutti questi disagi non si avvertono, anche perchè non possiamo pensare che l’impianto si sistemi da solo!

Io stesso “qualcuno dei nostri Concittadini ricorderà” fui vittima di questo disagio il 02/06/2018 che mi portò a fare una diretta facebook scagliandomi contro la passata amministrazione in maniera non troppo gentile ricordo, ma ovviamente indispettito dal fatto di rimanere senz’acqua con un bimba di 6 mesi in casa.

Ecco in quella circostanza m’immedesimai in tutte quelle famiglie che soffrivano la carenza idrica, poi come dichiarai nella diretta, comprai l’acqua da un privato per le nostre esigenze immediate, anche perché il Comune non sarebbe stato in grado di portarla in tempi celeri ma soprattutto utili.

Oggi ci ritroviamo in condizioni ancora peggiori, la nostra comprensione su cosa significhi rimanere "a secco in casa con figli e 40 gradi di temperatura" tocca gli estremi, si sclera e ci si sente impotenti, si impotenti!

Specialmente per chi non è nelle condizioni economiche di poter acquistare l’acqua da privati “e questo è uno stato d’animo che comprendiamo a fondo” ahimè non basta solo la comprensione per ciò, bisogna altresì attivarsi con tutte le nostre forze umane ed economiche, dando soluzioni immediate e serie, altrimenti si diventa come tal dei tali buoni solo ad urlare senza nulla risolvere.

Bene, “come da premessa” ci rivolgiamo alla Commissione Prefettizia che sinceramente ha troppe volte smentito l’evidenza dei fatti su questioni da noi sollevate, ricevendo le risposte di tali “smentite” direttamente dai cittadini nei comunicati stampa pubblicati, ritrovandosi a fare orecchie da mercante e allontanandosi sempre più da un dialogo costruttivo per il territorio ipparino.

Abbiamo letto in un comunicato stampa datato 20/06/2019 che, la Commissione ha incontrato della associazioni cittadine per avviare un dialogo finalizzato alla collaborazione per il benessere della città, inutile dire quanto piacere ci faccia questa notizia, ma diverse domande ci sorgono spontanee, la prima è come mai nessuno ci ha invitato a questo incontro?

Non siamo degni o non abbiamo esposto ampiamente il nostro volere aiutare la città?

Forse perché siamo un’associazione politico-culturale? E anche se così fosse, cosa vieta di contribuire al benessere del nostro territorio?

Ci sembra che il Dott. Dionisi in data 3 Aprile 2019 espose pubblicamente la proposta di collaborazione con “Associazioni, Movimenti e Cittadini”  “proposta che fu smentita dal resto della Commissione ricordate?” in quel caso evidenziando la regolamentazione anche a livello legislativo di quanto, e citando l’art.118 ultimo comma del 2001 inserito nella nostra Costituzione, eppure tutte le nostre proposte continuano a restare ferme mentre la città sprofonda, e quel regolamento preparato dal suddetto Dott.Dionisi e “consegnatovi in eredità” sembra essere stato dimenticato in qualche cassetto!!

Visto che, non scrivo oggi per demodilre, ma per edificare, non si legga come un attacco o critica al Vostro operato ma soltanto un puntualizzare alcune questioni importanti.

Vi invitiamo cortesemente a rimettere in gioco la proposta vagliata dall’ex Commissario e portarla all’essere.

 Crediamo che più propositivi di così non si possa essere, anzi…dichiariamo che siamo disposti “come nessuno” da subito ad attrezzare dei mezzi con delle cisterne a norma con acqua potabile e dare un ulteriore sostegno alle autobotti d’emergenza che a quanto pare non riescono a placare le richieste in atto. Questa è solo una delle nostre proposte, ma bisogna che ci regolamentiate, mettendoci nelle condizioni di aiutare chi è a casa senz’acqua da 15gg e che non ha disponibilità economica per acquistare acqua da privati.

Noi siamo intervenuti indispensabilmente, e dato che siamo rispettosi, seguiamo le leggi e attendiamo un Vostro riscontro, visto e considerato che attualmente le 3 autobotti “che faticano a sostenere quanto già scritto” al momento sono diventate 2, e crediamo sarebbe una mano non indifferente in merito.

Siamo già pronti a mettere a disposizione operatore e mezzo attrezzato “completamente a titolo gratuito” per la città e per i nostri concittadini!! Mi accingo a concludere affermando che, qualunque sia la vostra opinione o impedimento verso la nostra associazione, noi siamo disposti a farlo a titolo anche personale o a vagliare una Vostra controproposta, l’importante è dare una mano alle fasce deboli e a chi soffre.

Bisogna anche che prendiate atto della riduzione di litri d’erogazione che Siciliacque s.p.a. nel corso degli anni sta applicando al nostro Comune, e ad incominciare a mappare tutti i pozzi di nostra proprietà “anche quelli attivi acquistati e mai collegati”, appurando di persona la realtà dei fatti e cercando le risorse per avere un’autonomia idrica che ci permetta di non arrivare in condizioni del genere.

Questo è quello che deve fare un buon amministratore e questo è quello che va fatto, altrimenti a piangerne le conseguenze saranno i cittadini.

Tra le mille proposte abbiamo trovato anche dei Cittadini disposti con “previo accordo” a cedere dei pozzi di acqua potabile che, magari si potrebbero utilizzare per il riempimento di autobotti senza togliere risorse all’impianto della Madonna della Salute che così facendo sottraggono litri di acqua all’impianto idrico e quindi alle utenze.

Vi invitiamo ad accettare positivamente tutto quello da noi proposto come un consiglio per il bene comune, non abbiamo necessità, voglia e tempo di schierarci contro Voi, non siete Voi i nostri nemici, ma bensì chi vuole male a questa città, chi è causa di tutti i suoi odierni mali, e chi la denigra in ogni e dove.

Se non fate parte di queste categorie avrete solo degli amici, altrimenti pazienza combatteremo e difenderemo sempre la nostra terra natia!

P.S. Dimenticavo di consigliare al Commissario Dispenza di non generalizzare mai quando parla di Vittoria e dei Vittoriesi, se c’è qualcuno che va colpevolizzato o imputato per determinate questioni lo faccia anche pubblicamente.

Lei è un uomo di legge e ne ha pienamente il diritto, ma parlare di famiglie all’interno del mercato, o di chi vi attacca che è un evasore, “attenzione” , così facendo si attacca l’onorabilità di un territorio e sinceramente crediamo che i vittoriesi siano ben altro, tra l’altro non possiamo deciderlo ne io e ne Lei gentile Commissario Dispenza, visto che non siamo giudici, giuria o boia per decretare ed etichettare il destino di questa città, errore fatto diverse volte e che alle persone perbene fa veramente male!

 Vittoria rinascerà, - conclude Mugnas - aiutateci ad arrivare alle prossime amministrative con serenità e collaborazione, per il bene di tutti, a nessuno piace assistere a comizi urlanti contro di Voi, ve lo garantisce un vittoriese fiero di esserlo."

Reset Vittoria - Alessandro Mugnas

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK