Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pathos ed emozione per la via Crucis vivente a Scoglitti. Video interviste all'interno

| di Concita Occhipinti - Ufficio Stampa
| Categoria: Tradizioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Scoglitti si è fatta trovare "pronta" a commemorare il giorno di Pasqua, e il venerdi di Passione ha dato il via al rito della via Crucis vivente.

I giovani a Scoglitti hanno dimostrato sempre più di possedere fede e tradizione e si sono spesi affinchè la S.Pasqua trovi ogni anno "porto sicuro" e gli stessi hanno ringraziato tutti coloro che hanno partecipato alla buona riuscita dell'evento a contribuire e mantenere  "saldo"  questo desiderio perenne di arte e genuinità.

La Pasqua, nella piccola e affascinante Scoglitti, si è concentrata nel giorno in cui il Cristo ha vinto il peccato facendosi inchiodare alla Croce.

In questo giorno di "Venerdì di Passione", sin dalla fine dell’800, a Scogiltti sono andati in scena i riti del Venerdì Santo, incentrati in due momenti importanti:

la cattura e la condanna a morte di Gesù Cristo voluta dai sommi sacerdoti e concessa da Pilato e la via Crucis Vivente per le vie del paese.

Sono stati momenti ricchi di pathos ed emozioni che hanno visto l’impegno, come già detto, di molti giovani della parrocchia S. Maria di Portosalvo che con fede e dedizione tramandano questa suggestiva tradizione nel tempo.

La via Crucis vivente di Scoglitti, ci teniamo a sottolinearlo, è tra le prime a comparire nel territorio ragusano che da circa un secolo attira fedeli e turisti; tra i momenti più salienti ed attesi, durante la via del dolore, sono le cadute di Gesù – “A caruta ro Signuri”- 3°-7°-9° stazione, dove appunto per ben tre volte il personaggio che rappresenta Gesù, viene realmente sbalzato a terra con forza dai soldati romani, che lo deridono e lo frustano.

Altro momento commovente è stato l’incontro tra la Madonna e Gesù – 4° stazione, dove si è assistito ad un vero e proprio “incontro” d’Amore, tra la Madre addolorata e Gesù trafitto ed esausto dal peso della croce.

Il tutto si è concluso a mezzogiorno con il ricordo della crocifissione, scena ricca di pathos per la parte drammatica in sè.

Video e montaggio a cura di : Gianluca Salvo

 

Concita Occhipinti - Ufficio Stampa

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK