Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Festa di San Massimiliano Kolbe, arrivata in parrocchia la nuova statua del Santo

Inaugurata anche la mostra dei Presepi del M°. Boselli

| di Orazio Rizzo
| Categoria: Tradizioni
STAMPA
printpreview

Sono iniziati ieri pomeriggio i festeggiamenti nella nuova parrocchia San Massimiliano Kolbe di Vittoria e non poteva esserci regalo più grande per la nuova comunità, se non l’arrivo della statua del Santo martire francescano.

La statua rappresenta il santo, morto in un lager nazista, con in mano la giacca da carcerato. Con gioia e trepidazione alcuni parrocchiani, insieme al parroco Don Gioacchino Interliggi hanno “scartato” l’involucro scoprendo l’opera, che è stata abbellita con una stola rossa - colore liturgico utilizzato per i Santi Matiri – e posta all’ingresso della chiesa.

La statua è stata benedetta ieri, durante la celebrazione Eucaristica, da P. Biagio Aprile dei Frati Francescani Conventuali di Comiso, Ordine religioso al quale apparteneva il Kolbe.

Sempre ieri è stata inaugurata la mostra dei Presepi del M° Raffaele Boselli, visitabile presso il saloncino della parrocchia fino al giorno 17 ottobre.

Dopo Bergamo, Roma, Betlemme, Caltagirone anche a Vittoria arrivano le sue prestigiose opere; Raffaele Boselli ha trascorso la sua vita in un percorso di ispirazione spirituale che, attraverso una magistrale manualità, plasma l’arte.

Le sue opere trasmettono un messaggio simbolico: l'amore, la lotta, la femminilità, la vita. Il Presepe è il suo tema per eccellenza, in quanto espressione del valore più grande, il Mistero della Nascita e del Dono. Ed è proprio nei presepi che si evidenziano al meglio le sue capacità tecniche e il suo sentimento..nella dolcezza dei visi, la leggerezza dei gesti, e la preziosità della lavorazione. 

È chiaro quindi il messaggio del Maestro Boselli: soltanto la Bellezza, sorretta dalla Fede e dall'Amore, ci può liberare dalla maledizione dell'uomo moderno, il nichilismo sfrenato dei falsi paradisi, facendoci rivivere il sacro fuoco dell'entusiasmo..il Dio interiore, che guida l'esperienza di ogni artista.

Oggi Boselli è ritenuto uno fra i maggiori presepisti italiani che può vantare innumerevoli riconoscimenti, come la Medaglia Pontificia (1995) e quella della Presidenza della Repubblica (1997).

 

Orazio Rizzo

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK