Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

VITTORIA: il ponte sulla Sp 18, il gruppo dirigente della Cna locale controreplica al commissario straordinario del Libero consorzio

Condividi su:

La viabilità sulla Sp 18 nel tratto Vittoria-Santa Croce Camerina
Il gruppo dirigente della Cna locale controreplica a Piazza
“Alla comunità serve conoscere il cronoprogramma dei lavori sul ponte”

“Il nostro intervento sulla viabilità ha creato un po’ di fastidio. In particolare, il
commissario del Libero consorzio, dott. Salvatore Piazza, in una breve nota, oltre a
risentirsi un po’ ha messo in evidenza un piccolo catalogo di attività e di impegni che
l'ex Ap ha fatto e intende fare per Vittoria. Facciamo sommessamente notare che
questo breve elenco non è altro che la normale attività che l’ex Ap ha svolto e deve
svolgere in questo pezzo di provincia. E poi, chi amministra non si deve, secondo noi,
risentire quando è sollecitato positivamente. Ad essere giustamente risentiti sono i
cittadini e le imprese di questa terra che da oltre quattro anni hanno un tratto della Sp
18, Vittoria-Santa Croce Camerina, in quelle condizioni”. E’ il gruppo dirigente della
Cna di Vittoria a controreplicare alle affermazioni del capo dell’amministrazione
dell’ente di viale del Fante. “Vogliamo ricordare che nell'agosto del 2020, come Cna
– continua la nota del coordinamento cittadino – salutammo positivamente il bando
per la progettazione dei lavori di messa in sicurezza del ponte. Così come salutammo
positivamente l'aggiudicazione del progetto all’operatore ‘Antomar Engineering Srl’.
All'epoca si disse che l’avvio della progettazione doveva consentire di procedere
celermente ai lavori di messa in sicurezza. Da allora sono passati altri due anni e la
condizione del ponte e della carreggiata è sempre la stessa. Invitiamo, gentilmente, il
dott. Piazza a fornire (non a noi ma alla comunità vittoriese) un cronoprogramma dei
lavori di ristrutturazione del ponte in modo da avere, finalmente, chiarezza sui tempi
di riqualificazione di questa piccola infrastruttura. In fondo, il segreto è tutto qua.
Sapere quanto ancora ci sarà da aspettare”.

Condividi su:

Seguici su Facebook