Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Antonio Modica confermato segretario generale della FILCAMS di Ragusa Per la categoria sono stati anni difficili legati alla crisi pandemica.

Condividi su:

Antonio Modica è stato confermato, con elezione all’unanimità, segretario generale della FILCAMS CGIL di
Ragusa al termine del settimo congresso provinciale tenutosi a Modica.
I lavori del sindacato del commercio, albergo, mensa e servizi arrivano in un momento difficile.
La pandemia, la crisi nei servizi hanno sollecitato il sindacato ad un’attività intensa e costante per
fronteggiare con grande difficoltà i livelli e le tutele occupazionali con un datore di lavoro scosso dalle
perdite e quindi impegnato a recuperare il terreno perduto anche spese dei lavoratori.
Antonio Modica nella sua lunga e articolata relazione introduttiva ha denunciato l’atteggiamento di alcune
imprese del turismo che non potendo trovare lavoratori hanno individuato nel reddito di cittadinanza la
causa di tutto, quando invece è il mancato riconoscimento del giusto salario e del contratto nazionale di
lavoro il motivo dell’assottigliarsi della mano d’opera. Ed è per tale ragione che si sta lanciando un grande
progetto per il turismo che interesserà l’intero Sud-Est della Sicilia con assemblee informative, formazione,
convegni, incontri.
Per quanto attiene la grande distribuzione, con i centri commerciali, si registrano i primi cedimenti con le
prime rivendicazioni e i successi della FILCAMS. Tra queste quelle dei novecento posti di lavoro salvati alla
Coop Alleanza 3.0 e tra qualche giorno i lavoratori nuovamente al loro posto all’IPERMERCATO al centro
commerciale ibleo che riaprirà i battenti.
Rimane complicata la situazione degli appalti e dei servizi in ambito pubblico come quello privato;
necessaria qui una contrattazione d’anticipo attraverso l’azione di tutela nel momento del cambio di
appalto. C’è da affrontare infine il tema della vigilanza privata che il cambio degli appalti produce nuova
disoccupazione.
Discorso a parte l’Ente Bilaterale su cui è necessario un cambio di rotta con nuove linee guida per l’E.B.T.
Con un appello all’unità e di una CGIL sempre forte e coesa si è chiusa la relazione del segretario uscente.
Ampio il dibattito che si è sviluppato grazie agli interventi di donne e uomini della base del sindacato che
quotidianamente affrontano con il lavoro difficoltà di ogni genere.
I lavori sono stati conclusi da Sandro Pagania, segretario generale della FILCAMS CGIL Sicilia. Presente
Elisabetta Tiddia, della FILCAMS nazionale.

Condividi su:

Seguici su Facebook