Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Polizia di Chiaramonte e Ragusa non si ferma, controlli anche oggi

Condividi su:

Dovrebbero essere festività che indurrebbero al riposo, ma al fine di prevenire attività illecite con particolare attenzione ai reati di tipo predatorio, l’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa ha predisposto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha riguardato le città di Ragusa e di Chiaramonte Gulfi, con la collaborazione delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Catania.

Intensi e  numerosi i posti di controllo disposti su più punti strategici del territorio per prevenire il fenomeno della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti soprattutto nei fine settimana.

Infatti, durante il servizio sono state rilevate sei sanzioni al codice della strada per un totale di oltre duemila euro di sanzioni. In particolare un vittoriese è stato pizzicato alla guida con l’assicurazione scaduta da oltre un anno e in mancanza della periodica revisione del veicolo. Per lui oltre mille euro di sanzione amministrativa oltre al sequestro dell’autovettura.

Inoltre intensificati anche i controlli finalizzati a prevenire e reprimere la pericolosa condotta di chi, alla guida di un veicolo fa uso di un apparecchio telefonico senza utilizzare gli auricolari o il viva voce.

Un catanese di trentasei anni, infatti, è stato fermato mentre, guidando la sua autovettura parlava tranquillamente al telefono cellulare e distratto da ciò imboccava pericolosamente un rotatoria contromano. L’intervento immediato degli agenti ha evitato il peggio. A suo carico è stata elevata una sanzione amministrativa di oltre duecento euro.

Durante l’intensificazione dei servizi, gli agenti delle Volanti sono prontamente intervenuti nella zona alta della città riuscendo a bloccare un giovane trentenne, ragusano, che era stato visto armeggiare su una autovettura parcheggiata sulla pubblica via. Dagli accertamenti e dalle immediate indagini è emerso che il giovane, utilizzando un cacciavite, aveva tentato di asportare un fanale dall'autovettura uguale a quella in uso allo stesso.

Il giovane, incensurato è stato denunciato in stato di libertà per tentato furto aggravato.

Senza sosta anche l’azione di contrasto allo spaccio e all’assunzione di sostanze stupefacenti soprattutto tra i più giovani. Nella serata del 31 ottobre, durante un controllo un giovane di 24 anni che mostrava segni di nervosismo è stato perquisito, all’interno dell’auto condotta da un suo amico infatti i poliziotti hanno rinvenuto un piccolo quantitativo di sostanza stupefacente tipo hashish di cui lo stesso ne ha rivendicato la proprietà in quanto assuntore. Per lui è scattata la segnalazione al Prefetto ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/1990.

Condividi su:

Seguici su Facebook