Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

1 luglio 2018 - 1 luglio 2020, due anni di amministrazione Schembari

| di Comunicato stampa
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

“Due anni sono trascorsi dall’inizio dell’amministrazione Schembari, due anni di lavoro intenso e diuturno, sempre e solo indirizzato al bene della città ed al benessere dei cittadini – commenta il Sindaco - e nella volontà di comunicare con puntualità e dovizia di particolari ogni scelta amministrativa, per cui si sono messi in campo, e senza alcun costo in più per le casse dell’ente, nuovi e sempre più agevoli strumenti di comunicazione istituzionale, oltre ai tradizionali canali della stampa e delle televisioni locali. Il primo punto in assoluto – continua il primo cittadino – per il quale ci siamo battuti prima ancora di affrontare la campagna elettorale del 2018, è stata la revoca della delibera con la quale si privatizzava il Cimitero di Comiso, come anche quella per la privatizzazione dell’acqua pubblica. Su questo punto voglio soffermarmi particolarmente affinchè nessun cittadino di Comiso dimentichi a quale iattura stava per andare incontro. Ogni singola famiglia avrebbe dovuto sostenere dei costi gravosi per avere il diritto, sacrosanto, di una degna sepoltura ai propri cari. E nessuno deve dimenticare che un singolo posto sarebbe costato circa 2500 euro ! La revoca di quella sciagurata delibera, oggi, assume un’importanza ancora maggiore se si considera che la crisi economica causata dalla pandemia del covid, ha colpito migliaia di famiglie comisane che, in caso di lutti, non avrebbero avuto la possibilità di sostenere quei costi previsti con la privatizzazione del cimitero. Ecco – continua Maria Rita Schembari – possiamo partire proprio da qui per dare una giusta connotazione alla nostra amministrazione. Un’amministrazione il cui tratto distintivo può essere individuato nella capacità di ascolto costante dei bisogni e dei suggerimenti dei nostri concittadini di Comiso e Pedalino. Tuttavia, non ci siamo dimenticati del cimitero della frazione comisana. A breve infatti, saremo in grado di annunciare che nel piano delle opere pubbliche da realizzare entro brevissimo tempo è stata inclusa la realizzazione del cimitero a Pedalino e che, economicamente, i costi distano anni luce dai 7 milioni di euro previsti con il project financing! Il secondo punto – aggiunge il sindaco – è stata la revoca dell’altra delibera che avrebbe, inesorabilmente, portato alla privatizzazione dell’acqua bene comune. Anche in questo caso abbiamo evitato che ogni nucleo familiare pagasse cifre astronomiche. Anzi, oggi, grazie a quella revoca, siamo stati in grado di alleggerire di non poco il canone idrico. Ma sulle agevolazioni relative ai tributi locali, torneremo in maniera particolareggiata. Terzo punto importante – ancora il sindaco – è stato quello di stoppare per tempo la cessione del ramo di azienda dell’aeroporto di Comiso. Quella si che , se attuata, sarebbe stata un vero scippo al territorio. Tra mille problemi ereditati, ci siamo rimboccati le maniche e, grazie ad un lavoro sinergico con SAC e grazie a nomine eccellenti nei quadri dirigenziali di SOACO, stiamo riportando in vita una struttura nodale per tutto il territorio ma che lentamente stava morendo. Dal 22 giugno infatti, sono ripresi i voli sospesi a causa del covid, da luglio tornano Ryanair e Easy jet e in più da Comiso volerà Tayaran jet, e dal primo novembre saranno applicate le tariffe agevolate per la continuità territoriale. L’Aeroporto, ancora, ha impegnato a tutto campo l’amministrazione, sia nella lunga fase di trattative che hanno condotto alla ricapitalizzazione della società di gestione, sia per la scelta del nuovo management, sia, soprattutto per ciò che concerne i progetti di sviluppo e di utilizzo degli 85 ettari della ex base NATO: il progetto della piattaforma per il trasporto di merci (Cargo) e l’ottenimento delle zone economiche speciali (ZES) in 30 di quegli 85 ettari, siamo certi che costituiscono un volano di sviluppo, che avrà certe ridondanze positive in termini di occupazione nell’intera area del sud-est.

Lungo questo percorso – spiega la Schembari -  è chiaro che una novità assoluta è stata rappresentata dall’emergenza Covid-19: una pandemia rispetto alla quale nessuna amministrazione ha potuto vantare un maggior grado di esperienza rispetto alle altre e dove fondamentali si sono rivelati il tempismo e la collaborazione di tutti, uffici dei servizi sociali, protezione civile e volontari, per cui, nonostante il grande timore per la salute e per la tenuta economica della nostra città, sono stati raggiunti più di tremila nuclei familiari, in un progetto di sostegno che, a ragion veduta, non poteva avere titolo migliore di “Nessuno è solo”. L’emergenza sanitaria è per fortuna superata, e per quella economico-sociale si stanno mettendo in campo, in collaborazione con tutti i comuni della provincia, una serie di misure di sostegno per imprese artigianali e commerciali danneggiate dal lungo periodo di chiusura.

Al fine di venire incontro alla fasce più deboli della cittadinanza, l’amministrazione aveva già varato misure quali il regolamento sul baratto amministrativo e il ravvedimento operoso, alle quali si sono aggiunte la sospensione/slittamento del pagamento dei tributi locali e dei piani di rateizzazione esistenti sia nei confronti dell’ente sia con l’agente esterno di riscossione, nonché lo slittamento del versamento acconto IMU al 30 settembre per tutti coloro che hanno subito danni economici a seguito della pandemia. Grazie al nuovo regolamento IUC saranno inoltre possibili sgravi fiscali e nuove agevolazioni sulla TARI. Ma l’obbiettivo più importante e centrale dell’amministrazione è stato perseguito nella riduzione del canone idrico per il consumo 2020, e nelle tariffe ridotte sia sulla quota fissa che sul consumo idrico per metro cubo.

Per le politiche del personale vanno annoverate tanto l’approvazione del nuovo contratto decentrato, quanto la nuova organizzazione dell’ente, per uffici e servizi, in fase di imminente avvio.

Le politiche per la partecipazione alla vita democratica hanno avuto i loro punti focali nell’approvazione del regolamento per gli strumenti della democrazia partecipata e nella istituzione e costituzione del Comitato delle frazioni di Pedalino e Quaglio, che restituisse spazi di partecipazione democratica alle due frazioni, dopo la soppressione degli organismi consiliari di Circoscrizione.

Nel campo delle politiche ambientali – ancora la Schembari - , dopo un anno dall’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rsu, sono stati tenuti fermi due obiettivi: il livello percentuale di raccolta differenziata e il controllo delle problematiche insite nella gestione dei rifiuti su scala regionale. Entrambi gli obiettivi sono stati raggiunti potendo vantare la nostra comunità un valore della percentuale media della raccolta intorno al 70%, con un 73% nel mese di maggio, valori di pregio per una comunità di 30.000 abitanti. A questo si aggiunge l’essere riusciti a sopperire alla discontinuità di servizio delle discariche senza mai generare disfunzioni nella raccolta cittadina. Tali risultati sono ancora più importanti visto anche il grave periodo di crisi sanitaria che tutti noi abbiamo vissuto. Anche in questo caso con servizi di raccolta speciale, con la sanificazione di tantissime aree della nostra città si sono garantiti i servizi che la nostra comunità merita.   Naturalmente tanto ancora c’è da fare, con particolare riferimento al contrasto degli abbandoni di rifiuti nelle strade e nelle campagne del nostro territorio, attività questa che sta svolgendo la polizia municipale coadiuvata dal personale della ditta Busso e dell’ufficio ambiente che porta via via alla sanzione di quanti non rispettano le regole ed alla contestuale loro iscrizione a ruolo TARI. 

Nel campo dei lavori pubblici e delle manutenzioni si sono avviati progetti di grande utilità, di grande impatto e di attenzione alla riqualificazione urbana: oltre ad aver già portato a termine in continuità amministrativa opere quali la nuova scuola dell’infanzia Collodi Montessori e il campetto polivalente di via delle Palme, sono di imminente ultimazione la riqualificazione della villa comunale e dell’annesso edificio un tempo destinato ad ufficio del lavoro e il completamento con campi polivalenti del centro diurno per minori di via Libertà. E’ già attivo il cantiere per il parcheggio di corso Ho Chi Min e subito dopo la pausa estiva la realizzazione della bretella di collegamento tra via Righi e la viale Mediterraneo contribuirà ad eliminare il transito di mezzi pesanti stornandolo da via S. Biagio e dall’attraversamento del centro cittadino. I cantieri di lavoro finanziati dalla Regione Siciliana saranno destinati al completamento di viali e al ripristino di quelli esistenti presso il cimitero cittadino. A Pedalino è stata riattivata una vasca di accumulo idrico che ha già risolto molte problematiche in merito all’approvvigionamento della frazione. Sempre a Pedalino saranno entro breve avviati i lavori per la realizzazione dello sbocco di via XXV aprile. Considerevole è stata l’attenzione nel recepire finanziamenti per la miglioria di opere esistenti, quali il Teatro Naselli, la piscina comunale e la tribuna dello stadio. Tra le opere di manutenzione più importanti va annoverato il rifacimento dell’intero manto stradale di viale Mediterraneo e il grande lavoro di ripristino o nuova realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale messo in campo dalla Polizia Municipale  su molte arterie della città.

Nel campo della pubblica istruzione e dei servizi scolastici costante è stata l’attenzione sia nei periodi di regolare svolgimento dell’azione didattico-educativa, con la puntuale garanzia di servizi di eccellenza, quale il sostegno agli alunni diversamente abili, o il servizio scuolabus e di refezione scolastica, sia in quest’ultimo periodo di sospensione della didattica in presenza, per cui l’amministrazione ha messo prontamente a disposizione delle dirigenze scolastiche un aiuto economico perché anche gli alunni più disagiati potessero essere facilmente connessi con il resto del gruppo classe e dei docenti.

Grande e costante anche l’attenzione alle politiche dello sport, con le nostre prime squadre che hanno ottenuto tutte, Pallavolo, Basket e Calcio, promozioni alle categorie superiori, ciò che ci conferma la necessità di sostenere con ogni mezzo i nostri club, ma anche con altre società sportive, che costituiscono una occasione di aggregazione e di formazione irripetibile ed irrinunciabile per le generazioni più giovani. Nel campo dello spettacolo e del turismo, che sullo scorcio della passata estate hanno visto il centro rivitalizzato di presenze, grazie ad un notevole, cartellone di spettacoli di cabaret, dopo il blocco di ogni attività dovuto all’emergenza epidemiologica, ogni sforzo sarà indirizzato alla formulazione di un progetto di rilancio della nostra città, che possa costituire anche motivo di attrazione turistica.

Molti sono ancora gli obiettivi da perseguire lungo l’intero quinquennio – conclude il sindaco di Comiso - , ma non ci mancheranno certo né l’entusiasmo né  il sacrificio costante e quotidiano del sindaco e di ciascuno degli assessori della sua giunta, che continueranno a non far mancare a tutti i cittadini capillare e costante informazione sui molteplici aspetti dell’attività amministrativa”.

Comunicato stampa

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK