Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Fiat lux nelle contrade comisane rimaste al buio a causa di furti di cavi in rame. Il sindaco: mi sono attivata anche grazie al Prefetto

| di Comune Comiso
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

Fiat lux. Torna l’energia elettrica nelle due contrade ricadenti nel territorio di Comiso, dove, per due volte i residenti sono rimasti senza luce a causa di furti dei cavi di rame. “ Grazie all’intervento di S.E il Prefetto e dei Carabinieri che, di notte, hanno pattugliato il territorio”. Dichiarazioni del Sindaco.

 

“ Già nella prima decade di ottobre, immediate mi sono arrivate le segnalazioni da parte dei residenti delle contrade Mostrazzi e Monacazza – spiega il sindaco Maria Rita Schembari - . Mi sono subito attivata per ridurre al minimo il disagio di nuclei familiari e aziende. Ho investito S.E il Prefetto già allora e il disagio è stato eliminato in pochi giorni rispetto ai tempi previsti dalle procedure. Anche allora, la causa è stata il furto di cavi in rame. Stessa cosa – continua il primo cittadino – è avvenuta qualche giorno fa nelle stesse contrade. Subito dopo la mezzanotte di ieri i residenti delle contrade Mostrazzi e Monacazza hanno avuto di nuovo il servizio elettrico di Enel. Due successivi furti di cavi lunghi 8 km hanno messo in ginocchio famiglie e aziende della zona. Giovedì pomeriggio, grazie al costante ed autorevole intervento del nostro Prefetto, dott.ssa  Filippina Cocuzza, l'ingegner Zangrando di Enel, da me raggiunto telefonicamente, mi ha assicurato che avrebbe concentrato sulle zone interessate tutte le squadre di manutenzione dell'intera provincia. L'ha detto e l'ha fatto. Per questo gli sono grata, così come ai Carabinieri, che durante queste notti trascorse nell'oscurità, hanno costantemente pattugliato il territorio, al fine di scongiurare altre iatture.
Una riflessione più seria meriterebbe la legislazione, troppo blanda, - conclude Maria Rita Schembari -  nei confronti delle bande di questi criminali, che scorrazzano per il nostro territorio: chi è quasi certo dell'impunità persevererà sulla strada intrapresa e il più delle volte tutti noi continueremo a piangere le conseguenze.  Mala tempora currunt” !

Comiso 24 ottobre 2020

 

 

 

 

 

 

Comune Comiso

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK