Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Tavolo di confronto opere Irsap Ragusa, on. Dipasquale: “Governo Musumeci raccoglie i frutti del lavoro altrui”

| di Redazione
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“E' andata in scena un’altra prova della scarsa onestà intellettuale del Governo Musumeci: in un incontro per fare il punto sulla nuova programmazione per lo sviluppo delle attività produttive negli agglomerati industriali della provincia di Ragusa, presente l’assessore Turano e alcuni parlamentari ARS di maggioranza, si è cercato di vendere come propri dei risultati raggiunti da altri. Il Governo Musumeci ha operato nella ordinaria continuità, e di ciò ne prendiamo atto, ma trasformare il lavoro altrui in traguardi per i quali indossare medagliette mi sembra un’azione avvilente soprattutto se si considera che la presentazione dei ‘risultati’ arriva dopo quasi quattro anni di Governo. Un po’ troppo per delle opere pronte per le gare d’appalto già nella precedente legislatura”. Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico all’ARS facendo riferimento all'incontro svoltosi ieri. 

 

“Evidentemente è iniziata la campagna elettorale - aggiunge il parlamentare ibleo - e da parte mia, poiché nella precedente legislatura mi sono occupato di seguire l’iter, l’approvazione e il finanziamento di numerose opere insieme all’ex presidente dell’IRSAP, Alfonso Cicero, non può che esserci un sentimento di riconoscenza per il lavoro svolto dal personale dell’ex Consorzio ASI di Ragusa nella continuità di quanto programmato e progettato nel periodo 2013-2015, ma, per amore di verità, non posso evitare di biasimare il tentativo grossolano di qualcuno di accaparrarsi meriti che non si hanno. Mi riferisco in particolare - spiega Dipasquale - al Progetto definitivo dell’intervento di riqualificazione e messa in sicurezza delle strade dell’agglomerato industriale di Modica-Pozzallo (importo € 1.685.000) che già nel 2015 si trovava già all’UREGA; alla riqualificazione e messa in sicurezza delle strade interne all’agglomerato industriale di Ragusa nel territorio di Modica-Pozzallo (€ 2.108.226,74), anche questo progetto era già nel 2105 all’UREGA; alla riqualificazione e messa in sicurezza strade interne all’agglomerato industriale di Ragusa nell’area di competenza consortile (€ 2.852.917,26) anch’esso già nel 2015 all’UREGA; alla realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione nell’agglomerato industriale di Modica-Pozzallo (€ 1.755.828,25) ed all’adeguamento e messa in sicurezza della strada di penetrazione alla zona est dell’abitato di Ragusa (€ 3.478.000), progetti, entrambi, pronti già nel 2015 per la trasmissione all’UREGA. E poi l’intervento di urbanizzazione del del terzo polo industriale nel Comune di Chiaramonte Gulfi (€ 2.303.469) pronto, anch’esso già nel 2015, per essere trasmesso all’UREGA, il progetto di adeguamento dell’impianto di depurazione di Ragusa a servizio dei reflui industriale ed urbani del capoluogo ibleo interventi per circa 4,4 milioni di euro, la messa in funzione del servizio di videosorveglianza realizzato dell’ex Provincia di Ragusa totalmente finanziato con fondi IRSAP. Questo solo per citare alcune delle opere già “confezionate” e menzionate questa mattina al tavolo di confronto come conquiste del Governo Musumeci”.

“Nella precedente legislatura - conclude l’on. Dipasquale - abbiamo seminato e l’attuale Governo ne sta raccogliendo ora i molti frutti. Non si può dire del Governo Musumeci che abbia seminato altrettanto, infatti, a chi verrà dopo, non sta lasciando nulla da raccogliere e non solo per ciò che riguarda l’Irsap di Ragusa”.

Redazione

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK