Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Presentate proposte isittuzione sgravi fiscali su Tari

Strumento finanziario 2019

Condividi su:

Nel corso della seduta della IV Commissione consiliare permanente - Tributi, programmazione finanziaria e bilancio – del 14 febbraio, appositamente convocata, dopo aver constatato con non poca preoccupazione i gravi ritardi sugli adempimenti di bilancio accumulati dall’Amministrazione Schembari, oltre sette mesi di ritardo sul DUP, quasi 5 sul bilancio consolidato, ho presentato un pacchetto di proposte di istituzione di sgravi fiscali in vista dell’adozione del bilancio di previsione 2019.

Gli sgravi proposti riguardano: • nuclei familiari di nuova costituzione che vivano in affitto per i quali si propone l’esenzione triennale dalla Tari, la tassa sui rifiuti; • nuclei familiari bisognosi di assistenza che comprendano una badante regolarmente assunta, per i quali si propone una riduzione del 30% sulla Tari; • imprese di nuova costituzione sull’intero territorio comunale, per le quali si propone una riduzione del 30% sulla Tari per tre anni prorogabile di altri tre anni in caso di assunzione di almeno un dipendente a tempo indeterminato; • imprese di nuova costituzione e appartenenti ai settori commercio e ristorazione situate nel centro storico, per le quali si propone l’esenzione Tari per tre anni prorogabile di altri tre anni in caso di assunzione di almeno un dipendente a tempo indeterminato; • Bar e Tabaccai che rinuncino all’autorizzazione ad istallare videopoker e simili, per i quali si propone la riduzione del 30% sulla Tari; • imprese e privati che tengano in stallo un randagio comunale per almeno 12 mesi prelevandolo da un canile, per i quali si propone uno sgravi fino a un massimo di 350 euro. Ho proposto infine, accogliendo una istanza formulata dalla CNA, una modifica del regolamento sui tributi che formalizzi il metodo di esclusione della superficie aziendale che produce rifiuti speciali dal tributo Tari già applicato negli ultimi anni.

Si tratta di un pacchetto di agevolazioni per stimolare la nascita di nuove imprese e riqualificare il centro storico in funzione di attrattore turistico, incrementare l’occupazione stabile in città, alleviare il carico tributario sulle nuove famiglie e su quelle che necessitano assistenza continua, disincentivare il gioco d’azzardo e contrastare la ludopatia, favorire lo svuotamento dei canili nell’ottica di una lotta al randagismo con soluzioni di lungo periodo.

Condividi su:

Seguici su Facebook