Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Gurrieri (M5S-Città Libera): “Chiarezza sulla sanità iblea. I cittadini hanno diritto alla verità”

| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

"Bisogna ristabilire la verità, subito". Piero Gurrieri, candidato sindaco a Vittoria per il MoVimento 5 Stelle e Città Libera, lancia un invito alle autorità sanitarie iblee, dopo la pubblicazione, da parte dei media nazionali, dell'audio del dirigente regionale Mario La Rocca, e dopo un articolo apparso su un quotidiano on-line ragusano, nel quale sono state proposte ipotesi in relazione al decorso ospedaliero del compianto Gianni Molè. "Bisogna ristabilire la verità" - ripete Gurrieri - "e porre fine a questa cappa di fuliggine, di cose dette, taciute in contrasto tra loro. Abbiamo diritto alla verità. In nome di chi già è stato contagiato, di chi attende un posto in ospedale, di chi rischia la vita in rianimazione, dei familiari di quelli che, come il nostro Gianni, ci hanno lasciato. Ne abbiamo le tasche piene di numeri a casaccio, ora è il tempo di quelli veri. Come quelli veri dovrebbero essere i numeri dei tamponi e dei positivi, dei malati e dei paucisintomatici. Dati che devono essere resi noti e non solo a chi è del mestiere, ma a tutti noi per avere chiaro il quadro della situazione reale della nostra sanità." "Io ho precise richieste da fare - prosegue Gurrieri - e mi aspetto risposte immediate ed esaustive. I cittadini di Vittoria hanno diritto a conoscere quanti siano, al Guzzardi e in provincia, i posti letto disponibili di carattere generico e nei reparti dedicati a chi ha contratto il Covid19, quanti quelli attivati per le terapie intensive, quanti siano i medici e gli operatori sanitari attualmente in servizio in rianimazione, quanti di questi posti e di queste dotazioni fossero già esistenti e quanti ne siano stati concretamente attivati dal primo settembre in poi, precisando tutte le date. Sono un garantista -continua Gurrieri-. Nessun pregiudizio, sia chiaro, nei confronti dell’ Asp di Ragusa e di quanti, ai diversi livelli, la dirigono. In un momento, però, nel quale un sindacato dei medici ospedalieri ha posto fortemente in discussione la stessa veridicità dei dati risultanti dalla piattaforma utilizzata dall'Assessorato regionale alla Sanità, è compito dell'amministrazione sanitaria rassicurare i cittadini, già scossi dalle difficoltà nel contrastare un nemico invisibile ed insidioso. Confortandoci anche su un ulteriore dato, e cioè che nessun paziente sia stato mantenuto nella cosiddetta zona grigia nonostante la concomitanza di posti disponibili nei reparti covid o in terapia intensiva, in una qualsiasi struttura sanitaria della provincia di Ragusa. L’Asp Ragusa sta facendo un gran lavoro, ce ne parli- conclude Gurrieri -. Sarò il primo ad essere felice se le cose vanno bene, ma la verità desidero guardarla in faccia".

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK