Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'occhio di Marco Di Stefano "immortala" Giovanni Virgadavola

L'Ass. Bonetta invita le scuole vittoriesi all'evento: 409 anni, Vittoria tra le memorie di un cantastorie

redazione
Condividi su:

Un viaggio tra le tradizioni, un percorso tra memorie e racconti antichi che un tempo si tramandavano di generazione in generazione. Oggi i racconti di Vittoria vengono trasmessi da un cantastorie vittoriese, che, com’è solito lui fare, intrattiene la cittadinanza e i più appassionati dei cunta in dialetto. Cuntista, collezionista di 40 carretti siciliani molto decorati, il signor Giovanni Virgadavola è un contadino in pensione ormai da diversi anni, con la passione per le origini della nostra città e la letteratura di cui, in particolare la storia di Orlando e i Paladini di Francia. Ama trascinare la folla attraverso i suoi racconti, appunto, rigorosamente, in dialetto. L’assessore Bonetta in occasione della settimana della cultura, ha ritenuto opportuno invitare le scolaresche di ogni ordine e grado sabato 30 aprile, presso il Chiostro delle Grazie, alle ore 18,30, per rivivere attraverso il cantastorie, anche assieme alla guida del regista teatrale Marco di Stefano, le origini della storia di Vittoria nella ricorrenza del 409° anniversario della sua fondazione. Un importante evento culturale, imperdibile per le nuove generazioni che, a volte sembrano aver perduto l’essenza e la vera radice della storia di Vittoria Colonna. Un incontro per i giovani per apprendere l’importanza della storia come memoria dei nostri avi.

Condividi su:

Seguici su Facebook