Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Bliz a Modica delle forze di polizia durante un banchetto di nozze. Erano in 160.

| di Orazio Rizzo
| Categoria: Attualità
STAMPA

L’ultimo DPCM di qualche giorno fa, inizia a far sentire i propri effetti sulla stretta di feste e matrimoni, il cui numero massimo è fissato a 30 partecipanti.

Ma come fare se il matrimonio è stato già fissato da tempo, la sala prenotata e gli invitati pronti per le nozze?

La risposta arriva dal proprietario di un noto locale di ricevimenti che si trova sulla Modica Mare, che si è visto presentare in sala – il primo giorno dell’entrata in vigore del nuovo decreto anti Covid - carabinieri, polizia e guardia di finanza per un bliz, durante un banchetto nuziale con 160 invitati.

Matrimonio “rovinato” per quella giovane coppia di sposi nel giorno più bello della loro vita: “La sposa è scoppiata in lacrime - dichiara il proprietario ai microfoni di Video Mediterraneo -, e lo sposo è andato via senza indossare la giacca. Vorrei sapere come avrebbe fatto nostro Giuseppe Conte se si fosse sposata sua figlia”.

“L’altro ieri – ha spiegato l’imprenditore durante l’intervista – ho cercato di capire come comportarmi chiamando in Prefettura. Nessuno ha saputo rispondermi. Vorrei capire come avrei dovuto fare a disdire il giorno prima un matrimonio di 160 invitati. Noi da giugno ad oggi abbiamo annullato tanti matrimoni. Tre sono stati disdetti per la prossima settimana, nove fissati per dicembre me li hanno disdetti in queste ore perchè la gente ha paura. Al mio posto cosa avrebbero fatto gli altri. Ho chiesto un compromesso alla Prefettura, una deroga solo per questo matrimonio,  nessuno mi ha detto come fare”.

 

Orazio Rizzo

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK