Partecipa a Vittoria Daily

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cittadino irregolare arrestato dalla Polizia di Stato per spaccio di stupefacenti

Beccato a spacciare in Piazza "Senia"

Redazione
Condividi su:

 

Nella giornata del 12.01.2023, nell’ambito di specifici controlli servizi di controllo del territorio finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio nel comune di Vittoria, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza ha tratto in arresto un cittadino extracomunitario, classe ‘96, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, una pattuglia del Commissariato transitando per Piazza D. Manin, notava la presenza di  due soggetti appartati  tra via Magenta e via Roma, che gesticolavano tra di loro come a  voler contrattare la cessione e l’acquisto di stupefacente. 

In particolare, veniva notato un soggetto che mostrava all’altro delle stecchette di droga che teneva sul palmo della mano mentre l’acquirente tirava fuori dalla tasca una banconota da 10 euro. In quel  frangente, i due si accorgevano della presenza della pattuglia della Polizia, dandosi alla fuga in direzioni opposte per far perdere le tracce.

Gli Agenti si ponevano immediatamente all’inseguimento dello spacciatore, riuscendo subito a bloccarlo e a sottoporlo a perquisizione personale che dava esito positivo. Addosso all’uomo venivano rinvenute diverse dosi di droga, un coltello a serramanico e banconote di piccolo taglio, ritenuto il provento dell’attività illecita di spaccio, che venivano sottoposti a sequestro.

 Inoltre, da successivi accertamenti eseguiti tramite le banche dati in uso alle Forze di Polizia è risultato che il cittadino extracomunitarioù era  entrato illecitamente nel territorio italiano e quindi sprovvisto di permesso di soggiorno.

In considerazione di quanto accertato, l’uomo veniva condotto presso gli Uffici del Commissariato e, dopo le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Condividi su:

Seguici su Facebook