Rimani sempre aggiornato sulle notizie di vittoriadaily.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Il Prefetto a Vittoria riunisce Comitato, Gurrieri: "Grazie, diteci cosa farete, noi con Stato ma basta passerelle"

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

"Sono felice di apprendere che il prefetto di Ragusa, Giuseppe Ranieri, presiederà oggi alla Sala delle Capriate all'antico Convento delle Grazie, una speciale seduta del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica". Lo dichiara Pietro Gurrieri, avvocato e giornalista, candidato sindaco a Vittoria per il MoVimento 5 Stelle e Città libera.

"Ero stato tra quelli, insieme alla Confesercenti e a pochi altri, a sollecitare questa riunione, che non si teneva in Città da anni e per questo, non posso che esser grato al prefetto".


"Ma che non sia una passerella, prefetto" - prosegue Gurrieri - Sa, qui ne abbiamo viste fin troppe, con risultati pari allo zero! Diciamo che l'accogliamo con rispetto, ma anche con un po' di disillusione. Signor prefetto, non ci interessano proclami, è il momento dei fatti! Ci dica, al termine della seduta, cosa intende fare, ora, per Vittoria, per restituire volume ad uno Stato che negli ultimi tempi si è rivelato poco più che un ectoplasma. Quasi assente, non in grado di assicurare sicurezza ai Cittadini!"


"Sa, nel ringraziarla per aver accettato l'invito, avremmo molto gradito che, in una città ferita, lei e il Comitato aveste trovato due minuti per incontrare, oltre alle autorità locali (peraltro, nemmeno Vittoriesi) anche Cittadini, categorie, associazioni. Semplicemente per ascoltare. Sarà, magari, per la prossima volta" dice Gurrieri.

"Però, peccato" - prosegue - "perchè avremmo potuto dirle tante cose. Per esempio che siamo stanchi e non solo sfiduciati, ma anche arrabbiati! Per esempio, che abbiamo letto un qualcosa, nelle ultime ore, che ci dice come sono andate le cose quella sera a Scoglitti. Il fare selvaggio di un uomo e la reazione selvaggia di altri. Una sola cosa quel comunicato non dice. Dove mai fossero quella sera le forze dell'ordine, perchè tanto ritardo nell'intervento! Era la domanda di tutti, ed è stata l'unica rimasta senza risposta! Come avremmo voluto sentire un'altra espressione: Cittadini di Vittoria, scusateci. Scuse quanto mai opportune, e dovute!"


"Ecco, Eccellenza" - conclude Piero Gurrieri -  "quanto le avremmo detto, che adesso è il momento dei fatti! Dimostrate a questa Città di esserne pronti! Assicurate a noi Cittadini di Vittoria e Scoglitti il diritto di vivere in pace, rispetto a tutti coloro, italiani o stranieri che siano, scelgono delinquenza, rissosità e bullismo quali loro modo di essere, ai quali lo Stato deve sempre più far sentire la propria presenza, non militarizzando il territorio, ma attuando un incisiva azione di controllo e monitoraggio.

Il resto appartiene a noi Cittadini, padri e madri di famiglia ed educatori, alle Scuole, alla Comunità civile. Siamo pronti ad assumerci queste responsabilità per una rinascita, morale e civile, della Città che amiamo! Benvenuto signor Prefetto e buon lavoro!"

Redazione

Contatti

redazione@vittoriadaily.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK